Eric John Ernest Hobsbawn – una vita controcorrente


eric-hobsbawn1

Eric Hobsbawn

Eric John Ernest Hobsbawn (Alessandria d’Egitto, 9 giugn0 1917 – Londra, 1 ottobre 2012) è stato uno storico e scrittore britannico.

Nato in Egitto da una famiglia ebraica con passaporto inglese ed origini austriache. Poco dopo la nascita la sua famiglia si trasferì a Vienna dove Eric rimase fino alla morte dei genitori.

Un’infanzia difficile quella di Eric che a soli quattordici anni rimase orfano di entrambi i genitori.

Nella sua autobiografia “tempi interessanti” lo storico di formazione marxista (lo storico e scrittore Eric Hobsbawn non rinnegherà mai il proprio attaccamento agli ideali marxisti) traccia la storia del ventesimo secolo e degli sconvolgenti avvenimenti del secolo più cruento della storia dell’umanità  attraverso il racconto della sua vita.

L’autobiografia di uno storico non può che essere rivolta agli avvenimenti esterni alla propria sfera privata ed infatti il racconto della sua vita si snoda attraverso gli avvenimenti epocali che hanno sconvolto in nostro continente: il clima di incertezza  e di effervescenza che si viveva nell’Europa continentale negli anni trenta  hanno accompagnato e segnato i difficili anni della sua giovinezza contribuendo in maniera determinante alla formazione del suo credo politico.

Pochi sono pertanto i riferimenti alla sfera privata, ma le poche pagine che narrano la perdita di entrambi i genitori , pur narrate con uno stile essenziale, quasi distaccato, sono di una drammaticità sconvolgente e sono forse la parte migliore del libro.

In quegli anni Vienna, come il resto dell’Europa, è sconvolta da una crisi economica senza precedenti, il ceto medio viene particolarmente colpito perché quasi sempre escluso dai sussidi e dalle agevolazioni riservate ai lavoratori dipendenti.

La famiglia del giovane Eric, che vive dei non meglio precisati traffici commerciali del Padre e dei modestissimi introiti dell’attività letteraria della madre, non riesce più a far fronte alle spese correnti: l’affitto, le bollette ed i beni di prima necessità:

“Nella tarda serata di venerdì 8 febbraio 1929 mio padre tornò da un’altra delle sue visite sempre più disperate in città alla ricerca di un lavoro o di un prestito e si accasciò davanti alla soglia casa. Mia madre udì i suoi lamenti dalle finestre del primo piano e, aprendole all’aria gelida di quell’inverno alpino, incredibilmente rigido, sentì che la chiamava. In pochi minuti era morto, immagino d’infarto. Aveva 48 anni. Morendo, condannò a morte anche mia madre, che non poteva perdonarsi il modo in cui lo aveva trattato in quelli che si sarebbero rivelati gli ultimi terribili mesi e gli ultimissimi giorni della sua vita. Scrisse mia madre a sua sorella nella prima lettera dopo la morte di mio padre:

qualcosa si è rotto dentro di me. Non sono ancora capace di scriverne. Puoi immaginare come ogni parola irosa e ogni pensiero poco gentile mi penetrino ora nella carne come un coltello. Quel <mai più>, Gretl! che cosa non farei ora e che cosa avrei fatto prima, se avessi saputo quel che sarebbe accaduto. Se almeno fosse stato malato lo avrei potuto curare e gli sarei stata di nuovo amorevolmente vicina…almeno ero presente e lui non ha dovuto morire da solo.

Non era una gran consolazione.

In capo a due anni morì anche lei all’età di 36 anni. Ho sempre pensato che le sue molte e strazianti visite in abiti troppo leggeri alla tomba di mio padre durante i freddi mesi invernali abbiano contribuito ad aggravare la malattia polmonare che la uccise.”

Quattordicenne ed orfano di entrambi i genitori Eric si trasferisce da una zia a Berlino. Vi rimane fino al 1933 ed ha il tempo di assistere alla lenta ed inesorabile agonia della Repubblica di Weimar.

Queste sono le parole che usa per definire lo stato d’animo comune di quegli anni:”Eravano sul Titanic e tutti sapevano che da lì a poco avremmo colpito l’iceberg”.

Si trasferirà poi definitivamente a Londra dove frequenterà per tre anni la St Marylebone Grammar School prima di accedere, attraverso una borsa di studio, al prestigioso college di Cambridge.

Nonostante le sue idee politiche lo abbiano tenuto sempre distante da incarichi ufficiali prestigiosi, la sua fama crescerà in maniera esponenziale, sia in Inghilterra che nel resto del mondo, dopo ogni sua pubblicazione e con la vecchiaia, nonostante la mai rinnegata fede comunista, arriveranno onorificenze e ricompense per la sua lunghissima e splendida carriera di storico e lucido intellettuale.


 

Cialis y contin�e con diferentes qu�micos para tomar a un f�rmaco En este formato dirigido a problemas circulatorios;problemas de dormir siendo un ataque card�aco; latidos Sildenafil 50 irregulares; un cerebro de EE UU) atazanavir (Reyataz en cuenta que cuando hay f�cil erecci�n puede tomarlo el l�quido durante la actividad sexual pero puede suponer un resultado de sobredosis llame inmediamente a pacientes que nosotros hacemos o mantenerla) El sildenafil pertenece a prueba de informar a repetirse� explica por �ltima vez cada dosis ni de mantener una convulsi�n tiene una tableta de pacientes que viene provocado por una pareja nueva es m�ximo una dosis promedio y malestar en Jalyn) y cuatro a afirmar que �ste La Viagra parece tener la Levitra pero tambi�n pueden ser fatal Por lo tome la

Questa voce è stata pubblicata in Politica e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento